Emergenza coronavirus. Da Palazzo ducale: “ecco cosa abbiamo fatto per sostenere le imprese”

Si è svolta una conferenza stampa per fare il punto della situazione riguardo alcune azioni messe in campo dall’Assessorato allo Sviluppo Economico negli ultimi due mesi.

Erano presenti per l’Amministrazione comunale il Sindaco Franco Ancona, l’Assessore Bruno Maggi e i Consiglieri comunali Vittorio Donnici e Alba Lupoli.

Da sabato 21 marzo, qualche giorno dopo la dichiarazione ufficiale dello stato di pandemia da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, è stato deciso di avviare un confronto specifico (in videoconferenza) con le diverse categorie coinvolte: le imprese del tessile abbigliamento, i componenti del Distretto Urbano del Commercio (Confcommercio e Confesercenti), i comitati dei commercianti, il commercio ambulante, il settore agricolo, il settore della ristorazione e dei bar, quello dei distributori self service e, per ultimo, i componenti dell’osservatorio sull’imposta di soggiorno.

L’Amministrazione comunale ha voluto coinvolgere e informare anche i rappresentanti istituzionali del territorio, di carattere nazionale e regionale, in particolare i deputati Ubaldo Pagano e Gianpaolo Cassese e il Consigliere regionale Donato Pentassuglia, consapevole dell’importanza di agire in sinergia con le Istituzioni, ancora di più in questo momento.

Nel Consiglio comunale di aprile, è stato modificato il regolamento per l’allestimento dei dehors, grazie al quale la procedura dei rinnovi delle autorizzazioni è stata snellita, ed è ora possibile evadere la richiesta senza rifare l’istruttoria ( con tutti i passaggi necessari).

Si riduce notevolmente, così, la tempistica per le autorizzazioni nella modalità di rinnovo, che saranno rilasciate molto più rapidamente.

L’Amministrazione è al lavoro per produrre tutti gli sgravi possibili, per quello che saranno le capacità del Comune riguardo i tributi, in linea naturalmente con le attese disposizioni nazionali e tenendo conto anche dei mancati incassi che ha avuto l’Ente in questo periodo.

Con la Regione Puglia è in corso la rimodulazione dei fondi ottenuti dai Distretti Urbani del Commercio (circa 200 mila euro) per poterli spendere andando incontro alle attività del mondo del commercio, alla luce delle nuove esigenze.

Con l’Osservatorio permanente dell’imposta di soggiorno ( organismo che ha all’interno i diversi componenti del sistema ricettivo) è stato valutato di destinare il gettito della tassa di soggiorno, a disposizione sino ad ora (circa trentacinquemila euro), per la promozione e la valorizzazione della città di Martina Franca e della Valle d’Itria.

L’obiettivo è dare vita a una precisa campagna di comunicazione in grado di raggiungere il nuovo target turistico che interesserà il nostro territorio nel futuro.

Molto intenso è stato il lavoro che ha riguardato la nuova struttura del mercato settimanale, grazie al quale è stato possibile garantire la vendita di frutta da parte degli ambulanti, già da sabato 18 aprile.

Un modello ben organizzato e disciplinato che ha garantito il regolare afflusso dei cittadini ( 970, 1130 e 1440 le presenze nelle tre occasioni sino ad ora) che ha dato la possibilità ai commercianti ambulanti della frutta di tornare al lavoro in sicurezza ( addirittura nella fase 1 dell’emergenza).

Da domani, mercoledì 5 maggio, ripartirà il mercato del settore alimentare, sempre in piazza D’Angiò, mentre è allo studio una nuova modalità del mercato cittadino che, contando sino allo scorso marzo la presenza di circa 330 attività di commercio ambulante, avrà bisogno di più tempo per essere riproposto  in una nuova forma che possa rispettare i protocolli di sicurezza e sanitari.

Il Sindaco e l’Assessore hanno ringraziato per il profondo impegno i volontari della protezione civile coordinati dal Centro Operativo Comunale,  il settore Attività produttive e quello della Polizia Locale.

Nel corso della conferenza è stato sottolineato il costante, quotidiano confronto con gli uffici regionali e con le aziende del territorio per la redazione del nuovo bando riguardante l’Its Moda e per quello, già pubblicato, relativo all’Internazionalizzazione delle aziende, interlocuzione essenziale per supportare le attività delle nostre aziende di punta.

Per il settore agricolo, mentre il consigliere regionale Pentassuglia è fortemente impegnato nell’operazione di calmierazione dei costi per il latte, è stato nel frattempo sbloccato il Piano di Sviluppo Rurale; a tal proposito è stato richiesto di differire di qualche settimana i termini di presentazione delle domande, per dare la possibilità alle nostre aziende agricole di partecipare, senza tralasciare nessuno.

Per ultimo, insieme all’Università del Salento, sono in via di definizione i tavoli di lavoro all’interno degli Stati Generali dell’Economia, che verranno utilizzati nell’elaborazione dello scenario economico a medio termine, utile per Martina Franca per competere nel mercato globale.

Chi volesse iscriversi alla fase operativa degli Stati Generali dell’Economia può compilare il seguente link : https://forms.gle/4y24NbrFAdEhj1q88 .