Paolo di Tarso, un cristiano possibile

Lo scorso venerdì 20 Marzo presso la Basilica di San Martino si è svolto l’incontro-catechesi presieduto da Sua Ecc. l’Arcivescovo di Taranto Mons. Benigno Luigi Papa, dal tema “Paolo di Tarso un cristiano possibile”. Un appuntamento che si inserisce in una serie di iniziative organizzate sulla scia dell’anno paolino che ricorre proprio in quest’anno.
L’Arcivescovo ha ripercorso le tappe della vita di Paolo, dalla conversione sulla via di Damasco fino al martirio a Roma.
Illuminato da Gesù Risorto ha creduto fortemente nel suo messaggio di vita tanto da diventarne Apostolo, Missionario ed Evangelizzatore facendo conoscere Cristo alle comunità del mediterraneo. La conversione a Damasco è stata per Paolo la “nuova luce” che lo ha guidato nel suo cammino missionario, accettando per Amore del Risorto le sofferenze della persecuzione e la responsabilità di diffondere il messaggio cristiano.
L’Arcivescovo ha ricordato come Paolo è diventato “Pastore” di quelle comunità da Lui fondate e per il quale ha scritto le lettere che rispondevano alle domande delle comunità, dando una grande testimonianza di fede. Dopo la sua morte le lettere sono state messe insieme e la chiesa riconoscendosi in esse le ha inserite nel Nuovo Testamento.
Paolo risponde alle sfide culturali dell’uomo d’oggi, il tema del peccato, della salvezza, le sfide dell’individualismo, il fascino della comunione.
L’incontro dalla forte valenza culturale si ha trovato inoltre una giusta collocazione temporale vista la contemporanea organizzazione della mostra su San Paolo, che ha visto proprio la basilica al centro dell’organizzazione.

Francesco Mastrovito