Vertice in videoconferenza con le strutture ricettive extra alberghiere di Martina

Si è svolta una riunione in videoconferenza organizzata dall’Assessorato allo sviluppo economico con alcuni rappresentanti delle strutture ricettive extra alberghiere di Martina Franca.

Con l’Assessore allo Sviluppo Economico Bruno Maggi hanno partecipato il presidente della Pro Loco Pino Bonasia, Giuseppe Semeraro, Ugo Minafra, Donatella Lopez, Marilù Scrimieri, Antonella Caroli, Anna Maria Calella, Michele Cito, Giuseppe Volpe ed Elena Grassi.

Questa porzione, fondamentale per l’economia del nostro territorio, è certamente tra le più colpite dagli effetti collaterali provocati dalla pandemia Covid -19.

Tuttavia, è emersa una forte volontà di tutti nell’agire, rimboccandosi le maniche, seguendo due direttrici: la prima nel breve periodo, la seconda a medio-lungo termine.

Nel breve termine, sia per chi ha responsabilità istituzionali, sia per le forze private, una volta definita l’entità temporale dell’emergenza, gli sforzi saranno concentrati sulle azioni per reggere il contraccolpo subito; al contempo, però, l’attenzione sarà puntata anche al lungo periodo, per ideare nuove visioni e progetti.

Sicuramente, chi prima riuscirà a rimodulare i propri progetti, adeguandoli a nuove abitudini, risulterà avvantaggiato.

Al di là dei contesti futuri che nasceranno, tutti i partecipanti alla video conferenza hanno convenuto sull’importanza di puntare, con ancora più forza, sul brand Valle d’Itria.

Certamente, il fascino e la bellezza della Valle d’Itria resteranno immutati, e toccherà alla Comunità promuoverla e valorizzarla nelle forme più adeguate.

Un’altra valutazione che è stata condivisa, è quella della destagionalizzazione, sia per l’anno in corso, viste le difficoltà di programmare la stagione estiva, che per quelli futuri.

La destagionalizzazione è già da diversi anni messa in pratica nel nostro territorio grazie alle politiche turistiche che hanno diversificato la programmazione delle iniziative e grazie allo sforzo delle strutture private di provare ad investire idee e risorse anche su periodi dell’anno ritenuti, un tempo, poco produttivi.

Altro tema importante toccato è stato quello della tassa di soggiorno, entrata in vigore dal 1° settembre 2019, i cui ricavi, quelli già ottenuti e quelli che verranno, dovranno essere destinati principalmente alle attività di promozione del territorio.

“Abbiamo adottato il metodo del confronto e della partecipazione, con questa nuova forma di riunioni a distanza” sottolinea l’Assessore allo Sviluppo Economico Bruno Maggi – “Vogliamo che le Istituzioni locali, siano vicine e supportino quelle regionali, nazionali e comunitarie e, soprattutto, vogliamo che ciascuna Istituzione supporti tutte quelle forme di impresa privata che rappresentano il motore della nostra Comunità. Non sono solo semplici riunioni, quelle che stiamo facendo, magari per piangerci addosso, ma piattaforme operative dalle quali ripartire”.