Tributi. Convertini: “Stiamo lavorando per sostenere famiglie e imprese”

In merito alle imposte e ai tributi locali l’Amministrazione Ancona, senza proclami, e con l’ausilio di tutti i consiglieri comunali, è impegnata a trovare soluzioni al fine di venire incontro alle esigenze dei cittadini ed in particolare alle imprese e a tutte le attività economiche duramente colpite da questa emergenza. Ad oggi nessun avviso è stato inviato relativamente alla Tari e le altre imposte locali, in attesa anche di comprendere le decisioni governative che saranno esplicitate col Decreto Legge di Aprile. Al di la di quelle che saranno le indicazioni, attesa l’autonomia impositiva degli Enti locali, l’Amministrazione si attiverà comunque per andare incontro a tutte quelle attività che sono state particolarmente colpite dall’emergenza Covid- 19. A tal proposito è opportuno ricordare che il comune ha già stanziato in  Bilancio oltre 640.000€ per andare incontro alle famiglie più bisognose.

L’amministrazione è, inoltre, impegnata a reperire risorse da Bilancio per non pretendere alcun pagamento della imposta sulla pubblicità e l’occupazione di suolo pubblico per il periodo in cui le imprese  sono rimaste chiuse a seguito dell’emergenza.

“Vorrei rassicurare i cittadini che non si sta mettendo in campo alcuna azione per recupero tributi. Infatti è giusto precisare che l’attività di supporto all’ufficio tributi, riportata strumentalmente su qualche post,  è solo la prosecuzione di una attività cominciata lo scorso anno e che ha, come finalità, la pulizia delle banche dati al fine di evitare l’accumulo di crediti inesigibili che finiscono per appesantire la capacità di spesa dell’Ente. Questo lavoro sarà anche utile per ridurre il fondo crediti di dubbia esigibilità e liberare risorse da usare in questo momento di emergenza”, evidenzia l’assessore al Bilancio e ai Tributi, Nunzia Convertini.