Salgono a sei i martinesi affetti da Covid-19

Nuovo caso di Coronavirus in città, salgono a sei i concittadini affetti da Covid-19.

Non dobbiamo abbassare la guardia – afferma il Sindaco, Franco Ancona – . Ora, più di prima dobbiamo essere ligi e rispettare l’ordine di restare a casa”.

Nel corso del COC svoltosi in data odierna, il Sindaco ha evidenziato che, da numerose segnalazioni in particolare di persone impegnate nell’assistenza sanitaria e nell’assistenza domiciliare, da funzionari tenuti ad aprire gli uffici pubblici e da altro personale abilitato alla circolazione, è stato rilevato negli ultimi giorni un progressivo aumento della frequentazione stradale da parte di numerosi cittadini alcune volte in aggregazione fra di loro tale da costituire un evidente allarme sociale.

“Numerose segnalazioni corredate da foto hanno confermato le qualificate segnalazioni ricevute – continua il Sindaco -. Pertanto è necessaria una ripresa forte del controllo per il rispetto delle diverse ordinanze e dei diversi decreti che impongono l’uscita dalla residenza soltanto per casi di necessità quale lavoro e approvvigionamento alimentare dei beni di prima necessità e dei farmaci per la cura delle persone”.

Durante la riunione il primo cittadino ha posto, dunque, la problematica di rafforzare il presidio delle Forze dell’Ordine in città e ha evidenziato che tale esigenza sarà rappresentata anche al Prefetto e al Questore.

Da lunedì, inoltre, inizierà la distribuzione dei buoni spesa per le famiglie più bisognose. Ad oggi sono giunte circa 300 domande al vaglio dei Servizi Sociali. Nel pomeriggio l’Amministrazione comunale e gli uffici hanno incontrato, in videoconferenza, i referenti dei Sindacati, patronati e caf per illustrare le modalità di accesso ai buoni spesa. Si ricorda che l’Amministrazione ha stanziato oltre 500 mila euro (acquisite dalla Regione ulteriori risorse) a sostegno dei cittadini più fragili e ha aperto un conto corrente per chi volesse donare il proprio contributo IT 03 T 05262 78930 CC0841300482 con causale COVID-19 – CONTRIBUTO SOLIDALE (i contributi giunti finora sul conto della tesoreria comunale convoglieranno su questo nuovo conto corrente).

Il Sindaco, inoltre, con ordinanza sindacale n. 13 del 2 aprile 2020, ha prorogato le ordinanza n. 9, 10 e 12 fino al 13 aprile 2020. Fino a questa nuova data (13 aprile 2020) il primo cittadino ha prorogato la chiusura delle farmacie alle ore 19.00 con eccezione della farmacia di turno con apertura notturna, domenicale e festiva e il mantenimento delle ore di esercizio al pubblico mediante anticipazione dell’apertura pomeridiana, salvo la possibilità di effettuare orario continuato; la sospensione della vendita di generi alimentari  all’interno del mercato settimanale del mercoledì e del sabato; la sospensione delle attività dei distributori automatici che somministrano bevande e alimenti con orario continuato h24 sul territorio comunale, con esclusione degli impianti per il trattamento e vendita delle acque, comunemente denominati “Case dell’acqua”