Presentato il candidato sindaco Mauro Bello e la sua coalizione

È una grandissima emozione per me presentarmi a voi alla guida di una coalizione di centro destra che oggi si presenta all’elettorato martinese unita e compatta. Ed è proprio la coesione, confermata questa sera dalla presenza di tutte le forze politiche del centro destra martinese, nessuna esclusa, che rappresenta e rappresenterà per noi il vero valore aggiunto di questa campagna elettorale.

Grazie per la fiducia che avete voluto tributarmi e che mi ha portato ad accettare la candidatura alla carica di sindaco con grande orgoglio, senso di appartenenza e assoluto senso di responsabilità.

È l’ora del cambiamento. Un cambiamento che deve attuarsi in tutti i settori fondamentali per la vita della nostra città, attraverso la partecipazione diretta dei cittadini nelle scelte strategiche che vengono operate per progettare e attuare lo sviluppo presente e soprattutto futuro di questa città. Una partecipazione REALE, che è mancata in questi ultimi dieci anni di governo cittadino, che deve concretizzarsi nei fatti, e non essere solo declamata in slogan elettorali.

Una partecipazione che è mancata totalmente nell’iter di redazione del Pug, lo strumento più importante per la pianificazione urbanistica della città, la cui bozza è stata redatta senza la minima concertazione con gli ordini professionali, le associazioni di categoria, le forze politiche. Un documento per la cui stesura sono state utilizzate consistenti somme di denaro pubblico e risorse della macchina amministrativa comunale, tanto da causare un gravissimo rallentamento dell’attività degli uffici. La battaglia sul Pug ci ha unito e uniti abbiamo il dovere morale di riprendere in mano l’iter del Piano urbanistico generale, di rivedere e migliorare quella bozza, con la reale partecipazione della comunità martinese, per puntare al rilancio concreto dell’attività edilizia ed economica della città.

Grazie a tutti gli amici che sono questa sera al mio fianco. Sono loro la vera espressione del centro destra martinese, gli unici che possono davvero esprimere un reale e concreto senso di appartenenza al cospetto di una coalizione, quella del centro sinistra, che può considerarsi unita e compatta solo a parole, considerando le frizioni e le divisioni che ne hanno contraddistinto l’attività delle sue forze politiche in consiglio comunale, i cui effetti sono evidenti ancora oggi in questa fase di definizione delle alleanze.

Guardate, c’è una grande differenza tra le parole insieme e uniti. Insieme presuppone la necessità di aggregare persone per raggiungere uno scopo e mai slogan fu più appropriato, considerando la campagna acquisti che in queste ultime settimane il centro sinistra sta provando a mettere in atto nel tentativo di rastrellare quanti più consensi possibili, allo scopo di consolidare le poltrone che in questi ultimi dieci anni ha occupato.

Noi invece siamo qui già uniti e compatti e uniti e compatti porteremo avanti questa nostra campagna elettorale consapevoli di avere nelle nostre mani un’opportunità di portata storica, quella di ritornare al governo cittadino per garantire quella necessaria alternanza democratica di cui siamo stati privati in questi ultimi dieci anni e il rispetto in consiglio comunale che è mancato nei confronti di un’opposizione che rappresenta la maggioranza dell’elettorato martinese.

La vera alleanza unita e compatta è qui questa sera ed è con questa coalizione che, con il vostro supporto e il vostro sostegno, torneremo al governo della città.

La prossima settimana conferenza stampa per parlare del programma e presentare la coalizione