Niente giostre e processione, confermata la fiera. Presentato il programma della festa patronale

Si è svolta questa mattina alla presenza del sindaco di Martina Franca, Franco Ancona e del parroco della Basilica di San Martino, don Peppino Montanaro, la conferenza stampa di presentazione delle iniziative nell’ambito della Festa patronale 2020.
Sarà una festa ridimensionata nel suo ambito civile, ma molto ricca sotto il profilo religioso. Non ci sarà il tradizionale luna park, così come non è prevista la processione della domenica, mentre è confermata la fiera di sabato, domenica e lunedì che si svolerà nel rispetto delle normative anti covid.

Sarà la prima festa patronale per il parroco della Basilica di San Martino, don Peppino Montanaro, il quale quest’anno ha promosso una sorta di pellegrinaggio verso la chiesa madre, coinvolgendo diverse comunità parrocchiali della città. La consueta esposizione delle statue dei santi patroni è prevista venerdì 3 luglio, a margine della quale sarà consegnato l’attestato “Il mantello di San Martino” alle Caritas parrocchiali e ai servizi sociali comunali per il servizio in aiuto alle famiglie e alle imprese bisognose della città.

Sabato 4 luglio il tradizionale appuntamento con il corteo dei ceri, durante il quale è atteso il discorso del sindaco, Franco Ancona, e a cui prenderà parte l’Arcivescovo di Taranto Filippo Santoro, con diretta televisiva su TeleTrullo, canale 111 del digitale terrestre.
Il programma si chiude lunedì 6 con le celebrazioni delle 9.00 e delle 19.00, mentre alle 20.00 sarà presentato il volume “Popolo Diletto”, scritto da Ottavio Cristofaro, per celebrare i trent’anni dalla visita di Giovanni Paolo II a Martina Franca.