Martina sommerso dai fischi. La gara contro Lavello è da dimenticare, sconfitta casalinga senza personalità

Consegnata una maglia celebrativa al capitano Cristiano Ancora, 100 presenze con la maglia del Martina - foto Paolo Conserva

La squadra esce dal campo sommersa dai fischi, al termine di una prestazione arrendevole e priva di personalità. Consegnata una maglia celebrativa al capitano Cristiano Ancora, il quale ha raggiunto il prestigioso traguardo di 500 presenze in carriera, di cui 100 con la maglia del Martina.


MARTINA (4-3-3): Figliola (31’ st Semeraro); Mancini (31’ st Cappellari); Dieng; Suhs; Nikolli; Cerutti (17’ st Meneses); Teijo; Mangialardi; Pinto; Diaz; Ancora (31’ st Petitti). (A disp.: Perrini; Tuccitto; Aprile; Langone; Vaticinio). All.: Pizulli.

LAVELLO (4-3-3): Trapani; Lara Delgado (16’ st Romano Gabriele); Bruno; Puntoriere; Maione (43’ st Di Stasio); Bramati; Darini; Grande; Collura; Scalon; Romano Giovanni (26’ Pipolo). (A disp.: Brescia; Quarta; Guaita; Golia; Tavarone; Gouveia Garcia). All.: Zeman.

ARBITRO: Sig. Andrea Paccaniella Sez. Bologna; 1^ Ass. Fecheta Sez. Faenza; 2^ Ass. Reitano Sez. Acireale.

RETI: 12’ st Maione (L);

AMMONITI: 13’ pt Collura (L); 32’ pt Mancini (M); 26’ st Romano Giovanni (L); 26’ st Ancora (M); 43’ st Darini (L);

ESPULSI: 34’ pt Puntoriere (L)