Martina. La Giunta approva un progetto per impiegare i percettori del reddito di cittadinanza

La Giunta ha approvato il Progetto di Utilità Collettiva (PUC) “Vicini e Solidali” per impiegare i percettori del reddito di cittadinanza in attività di supporto ai servizi di vigilanza davanti alle scuole e di welfare leggero nei servizi domiciliari in favore di soggetti fragili.

Il nuovo PUC approvato (con delibera n. 372 del 10 novembre 2022) punta a favorire l’integrazione sociale e lavorativa dei soggetti che percepiscono il reddito di cittadinanza e a potenziare i servizi già attivi in favore della comunità, tenendo conto delle esigenze del territorio. Sulla base delle necessità vengono individuate le attività, i tempi, le risorse necessarie e i soggetti da coinvolgere. Infatti, il progetto mira anche a migliorare la qualità della vita dei cittadini favorendo percorsi sicuri casa-scuola per i bambini e rendendo più efficienti le attività ed i servizi alla comunità.

Nello specifico, i percettori del reddito e della pensione di cittadinanza coinvolti nel progetto andranno a supportare:

  1. l’organizzazione e la gestione del servizio “Pedibus”;
  2. l’attività di vigilanza nelle fasce orarie di ingresso/uscita dalle scuole per una ulteriore sicurezza degli alunni;
  3. le attività di welfare leggero all’interno dei servizi domiciliari;
  4. gli interventi di prossimità e servizi di welfare leggero a sostegno della popolazione fragile.

Per i beneficiari del reddito e della pensione di cittadinanza i PUC rappresentano non solo un obbligo ma anche un’occasione di inclusione e di crescita. Le attività da svolgere sono ritenute attività di restituzione sociale in quanto i soggetti coinvolti sono beneficiari del sostegno economico statale.

La Giunta, contestualmente all’approvazione del progetto, ha demandato l’attuazione del PUC al Dirigente del V Settore di Martina Franca – Responsabile Ufficio di Piano dell’Ambito territoriale Martina Franca-Crispiano dottoressa Donatella Vitale.