Inizio anno scolastico, il punto della situazione a Martina

Giovedì 16 settembre riprenderanno in presenza le attività didattiche in alcune scuole di Martina (I.C. “d’Aosta”, I.C. “Marconi” e l’ IISS ” Majorana”) e lunedì 20 settembre, come stabilito dalle disposizioni regionali, gli studenti saranno presenti in tutte le scuole.

Per gli Istituti comprensivi (scuola dell’infanzia, a primaria e secondaria di primo grado) sono circa 4000 bambini e ragazzi mentre circa 3250 sono gli studenti che frequenteranno le lezioni all’ IISS da Vinci, all’IISS Maiorana e al Liceo Tito Livio.

L’ auspicato ritorno in presenza per gli studenti nei cinque Istituti comprensivi di Martina Franca quest’anno vede un importante novità: il tempo delle lezioni,  su richiesta delle scuole e dei Consigli di Istituto, è organizzato non più su sei giorni settimanali ma su cinque. Le attività didattiche per tutti inizieranno con lo stesso orario mentre saranno diversificati in tre differenti orari di uscita: ore 13.00 infanzia e primaria, ore 14.00 scuola secondaria di primo grado, ore 16 tempo pieno. Solo il mercoledì l’orario di uscita della primaria è previsto per le ore 16 per consentire l’espletamento del monte ore previsto. L’inizio del servizio mensa, secondo le modalità dell’anno concluso è previsto per il 1° ottobre.

Il trasporto scolastico delle sedici corse degli scuolabus per gli oltre 350 ragazzi residenti in campagna e aventi diritto allo studio è stato rimodulato secondo questa nuova organizzazione, nel rispetto delle norme vigenti per il trasporto.

Sono stati adottati anche i provvedimenti per allestire tre Aula Natura presso tre Istituti comprensivi, secondo quando stabilito nel Piano per il diritto allo studio e concertato con l’Assessore all’Ambiente Valentina Lenoci.

L’Amministrazione Comunale afferma di aver fatto tutto quanto in suo potere anche in materia di trasporto urbano relativo al trasferimento al Pergolo degli studenti.

Per quanto attiene il trasporto extraurbano, la Prefettura, deputata a coordinare l’organizzazione con le varie autorità scolastiche e di trasporto, ha organizzato diversi incontri esprimendo dei precisi orientamenti.  Martina Franca ha un bacino di utenza comprensoriale per i piani dell’offerta formativa dei tre Istituti Superiori della città di circa 3250 studenti provenienti da 16 comuni differenti delle tre Province di Taranto, Bari e Brindisi . Il trasporto extraurbano è gestito da Ferrovie Sud Est su rotaia e su gomma, dal Consorzio Trasporto  Provinciale e, per la parte urbana, dalla ditta Miccolis. È noto a tutti che sul piano del Trasporto pubblico, oltre le disposizione ministeriali antiCovid per l’ 80% della capienza, non vede sostanzialmente mutate le indispensabili e necessarie risorse aggiuntive per attuare un unico turno di ingresso e di uscita per le scuole superiori di Martina. Sostanzialmente immutato  il quadro del Trasporto pubblico.

L’Amministrazione Comunale con il Tavolo tecnico della scuola ha fatto presente con determinazione  alle autorità competenti (Regione Puglia, Prefettura, Provincia Ufficio scolastico  regionale e provinciale) questa difficilissima situazione condizionata anche dai problemi di ristrutturazione del tratte ferroviarie Sud Est.

Senza nuove risorse sul trasporto extraurbano non possono risolversi i problemi già evidenziati all’inizio dello scorso anno e non risolti per via del rinvio alla DAD delle attività didattiche.

Con il ritorno sui banchi dei giovani occorre avviare a soluzione questi problemi.


“Abbiamo lavorato per la riorganizzazione del tempo della scuola a stretto e continuo contatto con le autorità scolastiche e i consigli di Istituto. Sull’edilizia scolastica, negli anni, abbiamo investito più di 9 milioni di euro. Il piano del diritto allo studio resta la nostra guida e prende la nostra cura quotidiana. Un augurio a tutte le componenti: studenti, genitori, docenti, personale Ata e dirigenti scolastici per una presenza finemente costante dei ragazzi a scuola”, dichiara Antonio Scialpi, Assessore diritto allo studio.

Nei mesi di giugno, luglio e settembre sono stati organizzati diversi incontri del Tavolo tecnico della scuola per concertare la soluzione dei diversi problemi, posti soprattutto dalla cosiddetta “settimana corta” alla presenza delle diverse componenti della Comunità scolastica, degli Uffici comunali Istruzione e Trasporti, della Commissione consiliare e degli Assessori al Diritto allo studio, Antonio Scialpi, alla Mobilita, Pasquale Lasorsa, e alle politiche sociali, Tiziana Schiavone che ringrazio per l’instancabile lavoro di concertazione di questi mesi. Auguri a tutti per un sereno e in presenza anno scolastico”, sottolinea il Sindaco, Franco Ancona.