Incendiate due ambulanze della Misericordia di Martina, ma il volontariato non si ferma

Nella notte tra mercoledì e giovedì, intorno alle ore 4.00, i Vigili del fuoco del distaccamento di Martina Franca sono intervenuti nella stessa cittadina, in via G. Giolitti, per l’incendio di due ambulanze.

Entrambi i mezzi, nonostante il tempestivo intervento dei Vigili del fuoco, son andati completamente distrutti. Oltre a spegnere i due automezzi interessati dal sinistro, l’intervento dei vigili è valso a mitigare i danni su alcune autovetture parcheggiate nelle vicinanze.

In supporto alla squadra di Martina Franca è intervento anche personale del Comando di Taranto con un’autobotte. È in corso l’accertamento delle cause da parte dei Carabinieri della Compagnia di Martina Franca.

Grazie alla disponibilità dell’associazione SER Alberobello, che ha ceduto una delle proprie ambulanze, e grazie all’impegno preso dalla S.S.D. Atletico Martina ad occuparsi di reperire i fondi necessari ad affrontare le spese di acquisto del mezzo, i documenti del caso e le nuove livree, la Misericordia di Martina Franca a distanza di poche ore dal gesto ignobile di questa notte ha già disponibile la sua ambulanza.

In relazione all’episodio su cui sta indagando la Compagnia dei Carabinieri, verificatosi la notte scorsa ai danni di due ambulanze della Confraternita delle Misericordie, il sindaco Ancona ha detto che “in un momento storico in cui la popolazione sta combattendo una guerra che necessita di tutti i presidi sanitari disponibili, appiccare un incendio è un atto criminale perpetrato da persone di inqualificabile crudeltà. Speriamo presto di avere notizie sulla loro individuazione. Siamo solidali con i volontari della Misericordia”.