“Il Ritratto di Dorian Gray” al teatro Verdi, messo in segna dalla compagnia “Le Quinte”

Il regista Pasquale Nessa al lavoro

Dal celebre romanzo di Oscar Wilde, la compagnia teatrale “Le Quinte” è pronta a mettere in scena “Il Ritratto di Dorian Gray“. Uno spettacolo che tocca le corde più profonde ed oscure dell’animo umano, in tutte le sue innumerevoli sfumature. L’amore è il sentimento che diventa il vestito dei personaggi di Wilde nella pièce diretta dal regista Pasquale Nessa.

Appuntamento martedì 3 marzo, alle ore 21.00 al teatro politeama Verdi.


La Morte e la Bellezza, il continuo pendolo fra Ἔρως e θάνατος, lacerante nelle pagine dello scrittore irlandese, si riverserà in scena in un trionfo di Edonismo e Brutalità, la quale può essere scacciata solo grazie ai piaceri della carne e dell’arte, specialmente Greca, ineffabile e catartica nella sua bellezza. Questi sono solo alcuni dei temi dipinti ed ampliati durante il corso della rappresentazione sia dagli attori sia dai ballerini che animeranno l’oscura e affascinante vicenda narrata da Wilde. d’altronde Chiunque di noi è un pó Dorian Gray, tutti nel profondo, dietro le battute sulla vita e sulla morte, vorremmo vivere per sempre e questo desiderio ci spinge a fare scelte discutibili, pregne di tensione intrinseca che potrebbero trascinarci ad un rimpianto postumo. Come un amore non corrisposto ma incontrollato che alimenta e lacera il cuore ed i sensi dell’innamorato, allo stesso modo noi vi invitiamo a viaggiare tra pienezza e vuoto dell’esistenza, come una nave nell’occhio del ciclone, in equilibrio su un filo sottile, con il rischio di cadere nell’oblio e nella disintegrazione dell’ anima.

o.cri.