Elezioni regionali, il quadro inizia a delinearsi

C’è fermento tanto nel centrosinistra quanto nel centrodestra in vista delle prossime elezioni regionali. Dopo la conferma della candidatura di Donato Pentassuglia, il passo indietro di Giuseppe Cervellera e quello in avanti del medico Lorenzo Larocca (in una delle liste a sostegno del candidato presidente uscente Michele Emiliano), il quadro inizia a delinearsi nell’area del centrosinistra.

Sarà della partita Vincenzo Angelini con Italia Viva ed Elena Convertini con Sinistra Italiana. Nel centrodestra è certa la candidatura del leghista, Giacomo Conserva, che lascerà il coordinamento provinciale del partito di Salvini. Tramontata l’idea di schierare il big Gianfranco Chiarelli, che continuerà a lavorare come vice coordinatore regionale della Lega, per coltivare la sua personale ambizione di un ritorno in Parlamento. È stata messa da parte, almeno per il momento, l’ipotesi di un ritorno in campo dell’ex sindaco Leonardo Conserva come candidato tra le fila di Fratelli d’Italia. Il partito di Giorgia Meloni schiererà, come esponente del territorio, Renato Perrini, in continuità con il suo attuale lavoro portato avanti all’opposizione in questi anni di Consiglio regionale. Perrini è uomo di riferimento del candidato presidente di centrodestra Raffaele Fitto, dopo averlo sostenuto anche in questi anni di allontanamento da incarichi regionali. Restando nell’ambito del centrodestra a completare la rosa dei nomi sarà schierato il coordinatore cittadino di Forza Italia e fondatore del movimento politico IdeaLista, Michele Marraffa.

o.cri.