È legge l’annullamento del vincolo del prezzo di vendita sulle case delle cooperative

“Un successo frutto di un importante lavoro di squadra”, a parlare è l’ex consigliere comunale e vicepresidente della cooperativa “Marcoop”, Tonino Fumarola.


Liberi di vendere le proprie case al prezzo di mercato. È il risultato ottenuto da oltre 1000 proprietari di case martinesi, alla luce del decreto governativo n.151 del 28 settembre 2020 che regolarizza la rimozione dai vincoli di prezzo gravanti sugli immobili costruiti in regime di edilizia convenzionata. Un passaggio governativo, questo, atteso dai proprietari che, già da diversi mesi, hanno la possibilità di avviare un iter propedeutico alla libera vendita, trasformando il “diritto di superficie” in “diritto di proprietà” dei propri immobili facendo domanda al Comune di Martina Franca. Una procedura, questa, che non dovrà seguire, invece, chi nelle convenzioni risulta avere già il “diritto di proprietà”.

È un grande risultato, ottenuto grazie ad un lavoro di squadra avviato con un convegno organizzato a Palazzo Ducale dove sono state utili le indicazioni fornite dall’ingegnere Amedeo D’Onghia del Comune di Monopoli e dal notaio Francesco Valente. Una riflessione partita grazie al sottoscritto e al consigliere comunale Vittorio Donnici, che da anni raccolgono le istanze dei proprietari di case e che finalmente, oggi, vedono premiata una lotta personale per mettere fine ad una vera e propria ingiustizia.

Un ringraziamento va fatto all’intero Consiglio Comunale che ha deliberato la trasformazione del “diritto di superficie”, atto indispensabile per arrivare al passaggio di svincolo governativo. Così come vanno ringraziati in modo particolare il consigliere regionale Donato Pentassuglia, l’assessore comunale Nunzia Convertini e il consigliere Mauro Bello che hanno lavorato per portare con me e con Vittorio Donnici le giuste istanze sia in consiglio comunale che al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Insomma, è un successo di un grande lavoro di squadra.