A Grottaglie la tappa nazionale di qualifica al Campionato Italiano di Calcio Balilla Paralimpico

Lo sport continua a regalare intensi momenti formativi e agonistici a Grottaglie (Taranto), sulla scia della nomina a Città Europea dello Sport 2020. Domenica 12 settembre, infatti, nel Palazzetto Campitelli (via Campobasso 25, Grottaglie), la città ospiterà la tappa nazionale di qualifica al Campionato Italiano di Calcio Balilla Paralimpico, organizzato dalla delegazione pugliese FPICB (Federazione Paralimpica Italiana Calcio Balilla), presieduta dal Delegato Regionale Vito Sasanelli. Si tratta di un evento patrocinato dal Comune di Grottaglie e dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico) Puglia, in cui si svolgerà un torneo di calcio balilla paralimpico, finalizzato alla conoscenza e alla diffusione dei valori insiti nell’attività sportiva per tutti, in un momento florido per l’agonismo e lo sport italiani.

La giornata avrà inizio a far tempo dalle ore 9, con l’accoglienza dei partecipanti alle tre categorie di torneo, completamente gratuite e condotte da quattro arbitri federali: Torneo Paralimpico, aperto a tutti gli atleti paralimpici con disabilità fisica in carrozzina, Torneo DIR, rivolto ad atleti paralimpici con disabilità intellettivo-relazionale e Torneo Cittadino “Città di Grottaglie”, riservato ai grottagliesi, nessuno escluso. L’iscrizione all’evento comporterà automaticamente una copertura assicurativa e il tesseramento a enti di promozione sportiva convenzionati con la FPICB.

Al termine delle gare saranno consegnate targhe, trofei e medaglie alle tre coppie classificatesi al primo posto, le quali avranno diritto alla qualifica del Campionato Italiano che si terrà nel mese di dicembre 2021 a Policoro (Matera).

Il tutto sarà gestito in ottemperanza alle normative anti-contagio da Covid-19: a tutti i partecipanti sarà chiesto di esibire la Certificazione Verde o di attestare di essere risultati negativi a un tampone Covid-19 nelle 48 ore precedenti. Sarà concesso, inoltre, di non indossare i dispositivi di protezione individuale solo nel corso della gara, una volta giunti al tavolo da gioco. Ulteriori informazioni giungeranno ai partecipanti tramite la creazione di un gruppo Whatsapp provvisorio, attraverso cui sarà gestita la comunicazione diretta e ufficiale con gli atleti.