Politica, bonus gas e influenza: i temi caldi della città – Lo Stradone

Politica, bonus gas e influenza: i temi caldi della città

LA SITUAZIONE
Ancora incerti i nomi del nuovo esecutivo: il quinto targato Palazzo. A dire il vero la situazione sembra essere più complessa del previsto, visto che sul fronte accordo PdL – Udc c’è da registrarsi una battuta di arresto. Voci di corridoio parlano di un incontro saltato tra i rappresentanti dei due partiti Lino Nessa (pdl) e Vito Pastore (udc). Una situazione che potrebbe riportare, nella peggiore delle ipotesi, il partito di Casini nuovamente all’opposizione, ma al momento è doveroso parlare solo di ipotesi e di strategie politiche, con una amministrazione ferma ormai da oltre due anni. La richiesta da parte del partito del coordinatore Pastore prevedeva l’azzeramento della Giunta; richiesta che Palazzo ha prontamente soddisfatto pochi giorni dopo l’ultima seduta del Consiglio Comunale e soprattutto poche ore dopo la revoca delle deleghe assessorili.

GIUNTA
Nelle ultime ore le posizioni sembrano affievolirsi. Sul fronte nuova giunta municipale si dovrebbe andare verso la riconferma in toto del precedente esecutivo, nonostante vi siano alcuni dubbi su un paio di nomi; dubbi che però potrebbero essere messi da parte. Difficile capire, a questo punto, l’utilità dell’azzeramento, ma per una corretta lettura della situazione politico-amministrativa bisogna tenere in considerazione che la politica è fatta giustamente anche di strategie e principi che ognuno cerca di mantenere. A questo punto bisognerà attendere quanto accadrà nelle prossime riunioni, e ulteriori sviluppi potrebbero esserci già nel prossimo fine settimana, più presumibilmente all’inizio della prossima. L’Udc di Pastore, da parte sua, ha più volte confermato di “non essere interessata ad incarichi assessorili” e che il definitivo ingresso in maggioranza può essere una cosa fattibile a patto che si rimetta in moto la macchina amministrativa. In questi giorni si susseguono gli incontri tra il sindaco Palazzo e i rappresentanti delle segreterie politiche dei partiti del PdL e dell’Udc, l’incontro risolutivo è previsto per il prossimo venerdì. Ora si apre per Palazzo un bivio: da una parte una nuova maggioranza con la realizzazione di un “mini-ribaltone”, dall’altra la fine di questa esperienza amministrativa.

PDL – UDC
Il partito di Berlusconi punta tutto sul rispetto del patto elettorale che ha visto l’Udc vincere, assieme al centro-destra martinese, senza dimenticare che lo stesso primo cittadino attuale è espressione di quella forza centrista che vide lo stesso Udc proporre la candidatura di Franco Palazzo a sindaco. Tutti ricordano come andarono allora le cose subito dopo l’esito elettorale, con il quasi immediato passaggio all’opposizione dello scudo crociato e il progressivo allontanamento dalle questioni di una maggioranza mai vista in oltre due anni di amministrazione. Qualche giorno fa il ritorno nel team di Palazzo, ma oggi potrebbe essere nuovamente rottura. Bisognerà attendere gli esiti delle ulteriori consultazioni previste nelle prossime ore, e sicuramente sul finire di questa settimana potremo capire se tra PdL e Udc si potrà parlare di nuova maggioranza e quindi, con l’ingresso di Marzulli, di “mini-ribaltone”. Ricordiamo, infatti, che quest’ultimo è stato eletto tra le fila della Lista Florido con Giandomenico Bruni candidato sindaco.

IL SINDACO
In caso contrario, ossia qualora l’Udc passasse davvero nuovamente in opposizione, allora bisognerà raccogliere armi e bagagli e, solo allora, il sindaco Palazzo potrebbe prendere seriamente in considerazione l’idea di rassegnare le sue dimissioni e restituire ai cittadini la volontà politica attraverso una nuova tornata elettorale. Almeno questo lasciò intendere apertamente lo stesso Palazzo nel corso dell’ultima seduta consiliare. Per quanti ne fossero interessati ricordiamo, infine, che i lavori di quel consiglio sono in onda su Teletrullo, attraverso uno spazio autogestito a pagamento delle opposizioni, visto che la convenzione tra Comune ed emittente televisiva risulta scaduta, anch’essa, da qualche mese.

BONUS GAS
Non parte da novembre, ma dal 15 dicembre prossimo, il “Bonus Gas” a beneficio delle famiglie in difficoltà. Lo comunica l’apposito ufficio del Comune di Martina Franca, facendo riferimento ad un’intesa di carattere nazionale fra Anci ed Autorità per l’energia elettrica e il gas, e rettificando così una informazione dei giorni scorsi da parte della Federconsumatori locale.

INFLUENZA A
Il sindaco Franco Palazzo e il responsabile locale del dipartimento di prevenzione dell’asl, Sebastiano Argese, terranno una conferenza stampa questa mattina. Verrà fatto il punto della situazione, in particolare per ciò che riguarda le scuole.

Ottavio Cristofaro