Visione Comune per l’abbattimento delle barriere architettoniche

Guardando ad un programma per la realizzazione di un piano straordinario triennale per la pianificazione complessiva di una città a misura d’uomo, vivibile per tutti e senza ostacoli per bambini, anziani e diversamente abili, è stato approvato nella seduta di Consiglio Comunale di Martina Franca del 10 aprile scorso, il Regolamento per la concessione di contributi economici finalizzati al superamento ed alla eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati.

Rientra tra gli interventi previsti nel Piano Sociale di Zona, volti a promuovere l’integrazione sociosanitaria ed assicurare la presa in carico integrata delle non autosufficienze; interventi finalizzati a garantire, nella misura più ampia possibile, l’autonomia del richiedente nello svolgimento delle attività residenziali, nonché a valorizzarne le capacità residue.

Le risorse a disposizione degli interventi sono assegnate annualmente nell’ambito della programmazione sociale di zona (Ambito di Martina Franca e Crispiano).

Il Movimento Visione Comune, saluta con molto favore l’adozione di questo provvedimento e in questa direzione è andato l’intervento della Consigliera comunale Anna Lasorte, che ha auspicato “un rapido intervento in tal senso che favorirebbe non solo la vivibilità dei soggetti portatori di handicap ma, banalmente, renderebbe anche più semplice il solo muoversi in città con un passeggino”.

I messaggi di sostenibilità ed accoglienza, per divenire fatto culturale diffuso, necessitano, in primis, di un esempio virtuoso da parte della Pubblica Amministrazione.