L’ingegner Giovanni Semeraro relaziona al memorial Italo Palasciano

Venerdì 15 marzo 2019 alle ore 19 nel Salone delle Adunanze dell’Associazione Artigiana di Mutuo Soccorso di Martina Franca (Palazzo dell’Università – Piazza Plebiscito 17) il Gruppo Umanesimo della Pietra celebrerà il Memorial Italo Palasciano (Alberobello 12 marzo 1927 – Bari 13 febbraio 2007), per ricordare l’intensa attività pubblica di questo socio fondatore dell’Associazione.

Giornalista professionista, all’indomani dell’ultima guerra mondiale e fino al 1982, Italo Palasciano è stato redattore per la Puglia del quotidiano L’Unità come esperto dei problemi dell’agricoltura pugliese e della sua storia; in precedenza aveva anche collaborato con Paese Sera e per conto dell’Istituto Feltrinelli era stato fra i curatori della Bibliografia della stampa operaia e contadina in Puglia dal 1846 al 1924.

Nel corso della sua lunga attività professionale e di ricerca ha pubblicato opere di notevole spessore scientifico e numerosi saggi (molti dedicati alle prime vicende comunitarie di Alberobello), per lo più apparsi sulla rivista Riflessioni-Umanesimo della Pietra, della quale l’estinto è stato direttore responsabile.

Domenico Blasi modererà la dodicesima edizione di questa manifestazione culturale, nel corso della quale, annualmente, viene trattato un argomento storico, fra quelli di cui si è interessato Italo Palasciano nel corso della sua attività professionale e del trentennale rapporto di collaborazione con Umanesimo della Pietra.

Dopo l’indirizzo di saluto di Luca Conserva, presidente dell’Associazione Artigiana di Mutuo Soccorso, seguirà la relazione dell’ingegner Giovanni Semeraro, che parlerà sul tema Il doveroso ricordo dei rei di Stato di Martina nel 220° anniversario della Rivoluzione del 1799.

La scelta del relatore per questa edizione del Memorial è collegata all’intesa attività che Italo Palasciano ha profuso nel 1999 per commemorare il bicentenario degli eventi relativi alla Repubblica Napoletana, occorsi a Martina.

La scelta della data del 15 marzo è legata al 220° anniversario dell’inizio dell’assedio da parte delle formazioni legittimiste, che il successivo giorno marzo, Domenica delle Palme, irruppero a Martina mettendola a sacco.

Il relatore illustrerà il lavoro sui centocinquantatre rei di Stato rubricati martinesi, tratti dal fondamentale lavoro dello storico salentino Nicola Vacca (1899-1977) I rei di Stato salentini del 1799 (Trani 1944),.

Il lavoro di Giovanni Semeraro, interessante soprattutto in considerazione del fatto che il numero dei patrioti martinesi è numericamente assai rilevante in relazione ai circa mille rei dell’intera Provincia di Lecce, corrispondete a quelle attuali di Brindisi Lecce e Taranto, è stato pubblicato sul ventiquattresimo annuario della rivista del Gruppo Umanesimo della Pietra Città&Cittadini, che sarà presentata prossimamente e nella quale sono contenute le analitiche schede biografiche dei rei Stato martinesi.

Il convegno di studi è aperto al pubblico e a eventuali interventi dei partecipanti.