Don Martino Mastrovito confermato presidente. I sacerdoti martinesi impegnati a dare continuità al Villaggio di Sant’Agostino

Don Martino Mastrovito

Riapertura della chiesa del Monte

Don Martino Mastrovito è stato riconfermato alla guida della congrega dei preti di Martina Franca. Sacerdote ben voluto a Taranto nella sua parrocchia dello Spirito Santo e molto ben visto a Martina Franca per via anche di alcune sue esperienze alla parrocchia di Regina Mundi e della Madonna della Sanità.

Non è passata per nulla inosservata l’azione di don Martino che in questi anni ha saputo dare nuovo slancio al pio sodalizio a cui aderiscono tutti i preti martinesi. Tra le azioni più significative di questi anni c’è sicuramente la costituzione del Villaggio di sant’Agostino, la riapertura dopo i lavori di restauro della chiesa del Monte purgatorio e la ristrutturazione della cappella cimiteriale. L’ex convento agostiniano messo disposizione della comunità, l’apertura quotidiana della chiesa di Santa Maria della purità, la terrazza del Belvedere ai turisti, e ancora iniziative sociali e culturali, le borse di studio e la carità silenziosa. Tutto questo è diventato in questi 5 anni il Villaggio di Sant’Agostino di Martina Franca. La congrega infatti, oltre a svolgere un ruolo di promozione spirituale e culturale, svolge numerose opere di carità che i sacerdoti martinesi portano avanti nel silenzio, da quest’anno con un pensiero particolare all’esempio del compianto don Luigi Angelini, cultore della figura di Sant’Agostino.

Per don Martino si tratta di una rielezione per il secondo mandato consecutivo alla presidenza della Congregazione del santissimo sacramento e Monte purgatorio che è arrivata a margine della riunione che si è svolta la scorsa settimana alla presenza dei membri del pio sodalizio martinese. Sono stati eletti consiglieri don Martino Costantini, don Giovanni Agrusta, don Giovanni Ancona, don Michele Castellana e don Vito Magno, mentre don Piero Lodeserto è stato riconfermato tesoriere. Revisori dei conti i sacerdoti don Vito Fasano e don Paolo Oliva.

Il Villaggio di Sant’Agostino in questi anni è diventato un grande polmone culturale, messo a disposizione della comunità e delle realtà associative, divenuto realtà stabile grazie all’istituzione dell’associazione Anspi Villaggio di Sant’Agostino. Il restauro della chiesa del Monte purgatorio ha restituito al culto un importante manufatto nel pieno centro della città, diventato meta per i tanti turisti soprattutto nel periodo estivo. In questi anni è stata anche restaurata la cappella cimiteriale della congrega e numerose opere artistiche. Un’azione che è stata possibile grazie ai preti martinesi che hanno inteso rinvigorire l’azione del sodalizio garantendo la continuità nelle attività.

o.cri.