Centomila euro per la pulizia straordinaria e la bonifica dell’agro dall’amianto

Sono stati destinati centomila euro per attività di pulizia dei cigli stradali, di rimozione e smaltimento dei rifiuti illecitamente abbandonati su aree pubbliche. Attività che verranno effettuate nei primi mesi del 2020.

Il Settore Ambiente ha dato corso ad un’operazione straordinaria di pulizia che coinvolgerà ben 53 siti e diversi chilometri di strade dell’agro di Martina Franca interessati dal fenomeno di rifiuti illecitamente abbandonati, in particolar modo di amianto.

Al fine di individuare gli operatori idonei allo svolgimento delle attività previste sono stati pubblicati sul Portale Istituzionale del Comune di Martina Franca:

  • il bando di gara per il “SERVIZIO DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO DI RIFIUTI ILLECITAMENTE ABBANDONATI SU AREE PUBBLICHE” per un importo totale di  € 56.000,00, di cui € 42.000,00 finanziati con fondi della Regione Puglia e € 14.000,00 con fondi del Bilancio comunale;
  • l’avviso pubblico avente ad oggetto “INDAGINE DI MERCATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI CIGLI STRADALI TRAMITE LA RACCOLTA RIFIUTI SPECIALI PERICOLOSI E NON ABBANDONATI DA IGNOTI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI MARTINA FRANCA” per complessivi € 46.970,00 gravanti sul Bilancio del Comune di Martina Franca

Valentina Lenoci

“Quasi quotidianamente riceviamo dagli Enti e dalle Autorità competenti segnalazioni della presenza nel nostro agro di numerosi siti oggetto di abbandono di rifiuti pericolosi come l’amianto e non pericolosi (rifiuti di scarti edili, scarti vegetali, ecc.).  Al fine di tutelare l’ambiente ma soprattutto la salute dei cittadini, oggi, anche grazie ad un finanziamento regionale pari a circa la metà della somma impegnata, mettiamo in campo questa importante operazione di pulizia e di bonifica del nostro territorio. Non è mai facile scegliere di impiegare i soldi che i cittadini onesti pagano, con tanti sacrifici, per neutralizzare la violenza e il menefreghismo che gli incivili perpetrano verso l’ambiente verso la società tutta. Ma questa azione è ad oggi necessaria.  Si tratta, in alcuni casi, di materiale altamente pericolo e nocivo per gli uomini e per l’ambiente, ed il cui smaltimento risulta essere particolarmente costoso per il Comune che oggi si assume questo onere anche con l’obiettivo di migliorare il decoro dell’agro di Martina Franca agli occhi dei cittadini ma anche dei numerosissimi turisti che sempre di più scelgono il nostro territorio come meta per le loro vacanze. Auspichiamo per il futuro che le attività investigative di tutte le forze dell’ordine impegnate nel territorio possano arrivare con sempre maggiore incidenza all’individuazione degli autori di questi abbandoni, spesso legati ad un’economia illegale. L’abbandono illegale di rifiuti, infatti, è un reato contemplato dal Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e prevede ingenti sanzioni amministrative e penali” ha commentato l’assessore all’Ecologia e Ambiente Valentina Lenoci.